DI PAOLO PROIETTI - HOME - QUADERNI - CONTATTI - LINK - NEW - MAPPA

Sei qui: Parole -> tantra yoga


La pratica sessuale tantrica non è finalizzata alla ricerca del piacere e questa è una delle cose più difficili da comprendere per gli occidentali:

non si tratta di applicare lo yoga al sesso per godere di più, ma di "indirizzare coscientemente l'energia sessuale nei Chakra per attivarli ".

 Durante un'atto sessuale "normale" una volta avvenuta la penetrazione le carezze, i baci, i movimenti pelvici, hanno lo scopo di aumentare la temperatura interna della vagina. Una volta raggiunta una temperatura di 39° centigradi avviene l'eiaculazione e il liquido prostatico (l'acqua maschile per alcuni testi Tantrici e Taoisti) trasporta gli spermatozoi (la neve) all'interno dell'organismo della donna fino all'utero dove l'unione di una cellula maschile con una cellula femminile darà vita ad un terzo individuo.

Secondo le teorie tantriche è possibile distribuire l'energia sessuale nel corpo dell'uomo e della donna in maniera da costituire una specie di circuito energetico: il corpo femminile e il corpo maschile, uniti, ad esempio, nella posizione del doppio loto (l'uomo seduto in "padmasana" e la donna seduta sopra di lui) diventano le due metà di un unico essere con l'energia femminile che circola lungo la colonna vertebrale dell'uomo e l'energia maschile che circola in quella della donna.

Praticamente si tratta di visualizzare una corrente (un gas o un liquido) fredda (argentea o bianca) che penetra nell'uomo attraverso gli organi sessuali, risale lungo la spina dorsale e, trasformatasi in una corrente calda (aurea o rossa), entra attraverso la bocca (o a volte il sesto Chakra) nella donna, scende lungo la spina dorsale e, trasformatasi in corrente fredda, penetra di nuovo nell'uomo attraverso gli organi genitali.

Una volta "aperto il circuito" i due praticanti si concentrano sulla "attivazione" contemporanea dei loro Chakra.

Le pratiche sessuali tantriche, sia per ragioni fisiche che per ragioni"culturali" sono di difficilissima attuazione e si traducono quasi sempre in un'inutile (dal punto di vista dell'Alchimia Interiore) "competizione". Per due amanti sono affiatati e appassionati la pratica tantrica si trasformerà quasi sempre in una gara (lontanissima dalle finalità dei Tantra) in cui l'uomo cercherà di ritardare il proprio orgasmo al solo scopo di prolungare (o credere di prolungare) il piacere della donna e sentirsi più potente, mentre la donna, dopo un po', comincerà più o meno consciamente, ad accelerare il movimento pelvico e a contrarre i muscoli delle cosce e della vagina per indurre l'uomo ad eiaculare.

Tra l'altro, nel maschio, una contrazione eccessiva o un uso errato dei muscoli utilizzati per ritardare l'emissione di sperma può provocare danni irreparabili alla prostata, ai reni e al cuore.

Il perfetto controllo dei muscoli interni, l'esatta postura della spina dorsale, il dominio delle emozioni,l'interruzione del "dialogo interiore" necessari per certe pratiche(non a caso tenute segrete per secoli) sono quasi impossibili da ottenere. Per evitare danni fisici, frustrazioni, nevrosi e il manifestarsi di perversioni di vario genere è meglio non tentare neppure di applicare all'atto sessuale le tecniche e posizioni imparate in qualche libro o in qualche stage di "sesso Tantrico", ma può essere interessante conoscere la teoria (più o meno scientificamente plausibile)che sta alla base dello Yoga Tantrico: l'eccitazione sessuale, nel maschio, ha lo scopo di far produrre al suo organismo un maggior numero di spermatozoi e di aumentare la loro Energia Cinetica.

Più dinamici saranno gli spermatozoi più grande sarà la possibilità che uno di loro riesca a fecondare un ovulo femminile.

Per garantire questo aumento di Energia Cinetica il corpo del maschio fa un lavoro tremendo il respiro si fa più veloce,il cuore batte più in fretta, i muscoli si contraggono il bacino comincia a muoversi più velocemente… Se ,un attimo prima dell'orgasmo mediante

 -la regolarizzazione della respirazione,

 -il rilassamento dei muscoli delle gambe,delle braccia, del collo, del petto,

-la contrazione dei muscoli sottili del glande in coincidenza con la fase inspiratoria,

-la contrazione dei muscoli dell'ano e del perineo,

-la contrazione dei glutei e la contemporanea "spinta in basso" dell' osso sacro, si arresta l'emissione del liquido seminale, gli spermatozoi fanno marcia indietro e,in qualche maniera (energia di dissoluzione dei legami molecolari), restituiscono all'organismo l'energia in eccesso: il Fuoco.

A questo punto si immagina che, mediante la contrazione in fase inspiratoria dei muscoli sottili del glande nel maschio e la contemporanea spinta verso l'esterno in fase espiratoria nella donna gli umori e gli ormoni femminili (l'Acqua),penetrino nel ventre maschile. Qui grazie al "Fuoco"maschile l'energia femminile si trasforma in vapore e sale lungo la spina dorsale fino alla testa dove si trasforma di nuovo in fuoco.

In pratica il corpo viene considerato come un laboratorio alchemico nel quale i processi fisici (il passaggio di stato da acqua a vapore) e i processi chimici (l'attivazione dei vari Chakra) avvengono grazie all'energia prodotta dall'eccitazione sessuale.